Un Randagio in Bici
Lorenzo GRATTAROLA

classe 1956, con una grande passione: la BICI da CORSA! Non sono un agonista, non ho la stoffa per correre, non ho la costanza per allenarmi in modo preciso ed organizzato....

Leggi tutto
 
lorenzo big bench
Big Bench Hunter

La caccia alle "Grandi Panchine" della Langa è entusiasmante, riserva mille sorprese, fa scoprire strade nuove, insolite, diverse dalle strade percorse in questi anni, obbliga ....

Leggi tutto
 
 
Escursioni

Ogni escursione, anche la più insignificante, ha qualcosa da raccontare e  lascia dei ricordi che se trascritti, in un "Diario di viaggio" rimarrando indelebili.

 
le salite

Vado a caccia di salite, ne raccolgo i dati, li elaboro, ne faccio i grafici altimetrici, le descrivo e catalogo per difficoltà. Tutti dati utili per chi vuole affrontare una salita nuova.

 
lorenzo big bench


Le valli e le strade che le collegano, indispensabile conoscerle per muoversi agevolmente sui lunghi percorsi. Sapersi orientare anche lontano da casa è molto importate, anche se oggi con i navigatori e tutto più semplice.

Le valli
 

Anno 2020

256
Ore
6012
Km.
54
Attività
53959
D+
la cannellona cima dell inferno da via erca
  Dati Rox 9.1
Distanza 4.750 km.
Partenza 50 msm
Arrivo 550 msm
Dislivello 500 m
Aumento in altezza 500 m
Pendenza media
10.27%
Pendenza massima 16.32%
Difficoltà 91.80 Molto Impegnativa 2-
Vedi Anche:
La Cannellona (Cima dell'Inferno) da via Alta dei Giovi
DataTempoEscursione
 Domenica 3 Novembre 2013  00:43':17"  La sindrome di Highlander
 Giovedì 25 ottobre 2018  00:35':10"  U gir du luc! (the madman's ride)

Questa è la versione meno difficile della Cannellona, passando per via Costa d’Erca si eliminano i due tratti durissimi che si presenterebbero percorrendo la salita da via Alta dei Giovi ma ci vogliono comunque gambe buone e rapporti giusti per vincere questa ardua strada che si inerpica da Voltri fino alle Case Cannellona, dove presenta un panorama stupendo che lenisce tutte le pene sopportate per arrivare sulla vetta.
A Voltri, dalla SS1 Aurelia si svolta in via delle Fabbriche (indicazioni Ospedale) e si prosegue in falsopiano costeggiando il torrente Ceruso, per circa 3 chilometri. Quando si incrocia il viadotto autostradale, si svolta a destra, in via Costa dell’Erca e passando sotto ad un archivolto di mattoni si da inizio alla salita.
La strada scorre sotto l’autostrada con serie di ripidi tornanti, le pendenze tra il 9 ed il 10% con punte superiori al 14%. L’ultimo tornante, allontana la strada dal viadotto e la fa confluire con via Alta dei Giovi.
Lasciata la via dell’Erca, inizia un duro troncone lungo più di due chilometri con pendenza media del 12.5%, intervallato  circa a metà, da un brevissimo tratto all’8% seguito da un durissimo strappo ad alta pendenza quasi alla fine del segmento. Dalla metà del terzo chilometro, le cose cambiano e si può raggiungere la cima tirando un po’ il fiato.

Questa è la versione meno difficile della Cannellona, passando per via Costa d’Erca si eliminano i due tratti durissimi che si presenterebbero percorrendo la salita da via Alta dei Giovi ma ci vogliono comunque gambe buone e rapporti giusti per vincere questa ardua strada che si inerpica da Voltri fino alle Case Cannellona, dove presenta un panorama stupendo che lenisce tutte le pene sopportate per arrivare sulla vetta.

A Voltri, dalla SS1 Aurelia si svolta in via delle Fabbriche (indicazioni Ospedale) e si prosegue in falsopiano costeggiando il torrente Ceruso, per circa 3 chilometri. Quando si incrocia il viadotto autostradale, si svolta a destra, in via Costa dell’Erca e passando sotto ad un archivolto di mattoni si da inizio alla salita.

La strada scorre sotto l’autostrada con serie di ripidi tornanti, le pendenze tra il 9 ed il 10% con punte superiori al 14%. L’ultimo tornante, allontana la strada dal viadotto e la fa confluire con via Alta dei Giovi.

Lasciata la via dell’Erca, inizia un duro troncone lungo più di due chilometri con pendenza media del 12.5%, intervallato  circa a metà, da un brevissimo tratto all’8% seguito da un durissimo strappo ad alta pendenza quasi alla fine del segmento. Dalla metà del terzo chilometro, le cose cambiano e si può raggiungere la cima tirando un po’ il fiato.

Tutte le escursioni giorno per giorno

Settembre 2020
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 1 2 3 4

Big Bench

www.unrandagioinbici.it utilizza i cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Utilizzando il sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la cookie policy di www.unrandagioibici.it.