Anno 2020

256
Ore
6012
Km.
54
Attività
53959
D+

 2015 11 14 filetto baciato

Le salite nel giro di oggi
TempoSalita
 29':33"  Passo della Crocetta da Rossiglione (Tiglieto)
 44':55"  Valico La Carta da Piana di Badia
 15':54"  Passo Bric Berton da bivio Palo


14/11/2015
• Distanza 122.03 km
• Tempo 05:20:24
• Dislivello 1478 metri
Riflessione su come va il mondo
Brutta giornata oggi, non per il tempo mediocre ma principalmente per quello che è accaduto ieri a Parigi, non ci sono parole per definire un atto simile, uccidere a sangue freddo nel nome di Dio. Uccidere facendo rispettare la legge scritta dagli uomini e spacciata per quella di Dio. Non ho parole, solo pensieri tristi per le vittime ed i loro familiari che nel batter di un ciglio, per mano di assassini della peggior specie, hanno veduto fermata la propria vita . E tutti a chiedersi di chi è la colpa. E’ solamente la nostra, la colpa è dell’Occidente, che per interessi legati all’oro nero, camuffando le azioni di guerra per scopo umanitario, ha alterato un equilibrio  che non si potrà più ristabilire, dando origine alle guerre civili, all’esodo dei profughi dalle zone di combattimento,  all’invasione subdola e non visibile dell’Europa da parte di individui che non hanno anima, invasati che hanno subito il lavaggio del cervello e che possono, indisturbati attaccarci in maniera sleale ed ipocrita convinti di agire nel nome di Allah. Noi, abbiamo creato tutto questo, tocca a noi porvi riparo.
Tempo brutto
ci eravamo abituati al bel tempo dei giorni scorsi ma non può durare sempre. L’estate di San Martino, quest’anno è stata più lunga e più calda del solito ma doveva terminare. Nebbia oggi, dappertutto e dove non vi era nebbia, erano le nuvole a tenere nascosto il sole. Partenza tarda, oggi, speravo che la bruma si alzasse presto come ieri e ieri l’altro ma invece no, oggi non si è alzata, in pianura e dove nebbia non c’era, sulle alture dell’ovadese, c’erano le nuvole a tenere celato il sole.


Giro corto
Le ore di luce sono oche e andando col mio lento passo, non ho potuto fare molto. Tre le salite:Passo della Crocetta Valico La CartaPasso Bric Berton più una infinità di strappi, mangia e bevi e su e giù che hanno demolito le mie gambe ferma dal primo di Novembre. Strade bagnate all’ombra e quasi polverose dove nei giorni scorsi ha battuto un sole anomalo per questo periodo. Divertente l’ascesa al passo della Crocetta, l’unica occasione in cui il sole è uscito abbastanza deciso, poi La Carta, con i suoi quasi dodici chilometri in mezzo al fitto bosco di castagni e faggi. Bric Berton, ostico come sempre, pochi chilometri ma buoni.
Un ottimo insaccato
Lo scopo del giro di oggi oltre a fare una sgambata, era l’acquisto di un salume speciale, il “Filetto Baciato”. Si tratta di un salume composto da un sottofiletto di maiale salato e profumato avvolto poi in una pasta di salame di puro suino e quindi insaccato in budello di maiale. A dirla così pare semplice ma la cosa complicata è fare in modo che il filetto leghi perfettamente con la pasta di salame e non si separi da essa al momento del taglio che va comunque effettuato molto sottile. L’origine di questa prelibatezza, risiede in Ponzone, il mio paese di nascita e l’artefice di questo insolito salume portava il mio cognome. Ora a produrlo sono in due nel Comune di Ponzone, la Macelleria Giachero, in centro paese e la Macelleria Cima di GRATTAROLA Giovanni a Cimaferle, dove ho acquistato i miei due Filetti Baciati. Riposti con cautela nella borsa da manubrio e coccolati per tutto il viaggio di rientro.

 

 

www.unrandagioinbici.it utilizza i cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Utilizzando il sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la cookie policy di www.unrandagioibici.it.