immagine altimetrica

Le salite nel giro di oggi
TempoSalita 
0:40':27"  Passo della Bocchetta da Voltaggio 1
0:25':00"  Bavari da Genova Borgoratti 2
0:46':30"  Creto da Doria 3
0:03':43"  Colletta da Trefontane 4
 logo transparentstravafotofacebook

25/02/2019
• Distanza 170.00 km
• Tempo 7:39:50
• Dislivello 1957 metri

“Ma è solo colpa mia”

Ogni volta che decido un giro con un passaggio nel centro di Genova, dimentico sempre di mettere in conto che:
• non la conosco per nulla,
• i semafori, il traffico,
• errori vari di percorso,
• deviazioni per lavori,
• e molto atro.

Ogni volta che entro in Genova per farci un giro, finisco sempre per incasinarmi e allungare sia i chilometri che il tempo del percorso.

rid 2019 09 10 cavalcando appennino ligure 1
rid 2019 09 10 cavalcando appennino ligure 2
rid 2019 09 10 cavalcando appennino ligure 3
rid 2019 09 10 cavalcando appennino ligure 4


Questa mattina, ho voluto riprovare a fare il giro che avevo interrotto qualche giorno fa a causa di un guasto meccanico. Quindi dopo aver scalato la Bocchetta da Voltaggio, mi sono buttato giù verso Campomorone e fin li tutto bene. Per il percorso nella città di Genova, ho caricato la traccia su Garmin ma, col sole lo schermo si vede poco, la mia vista a distanza ravvicinata, non è quella di un falco e succede che sbaglio subito strada.

Nulla di grave, dovrei essere in sponda destra del Polcevera e invece sono a sinistra. La traccia la vedo e prima o poi la becco. Ma dopo Rivarolo, non so come, imbocco via Borzoli, quando me ne accorgo e chiedo informazioni, mi rimandano nella direzione dalla quale sono venuto. Gira e rigira va a finire che mi ritrovo in piena “Zona Rossa”, chiedo a due militari al posto di blocco su via Walter Fillak e mi indirizzano verso la strada giusta.

rid 2019 09 10 cavalcando appennino ligure 6
rid 2019 09 10 cavalcando appennino ligure 1
rid 2019 09 10 cavalcando appennino ligure 8
rid 2019 09 10 cavalcando appennino ligure 9
rid 2019 09 10 cavalcando appennino ligure 10

 

Recupero il tracciato ma ora dovrei salire sull’Aurelia ed è un vero casino. Rinuncio e chiedo ancora. Mi fanno fare Via Sampierdarena, che è la parallela. A forza di chiedi e rifai, riesco ad agguantare la traccia giusta , arrivo al porto, faccio due foto con Nettuno e proseguo verso Carignano.

A San Fruttuoso mi incasino ancora ma ritrovo subito o quasi la traccia. San Martino, Borgoratti e via verso Bavari, con 45 minuti di ritardo sulla tabella di marcia ai quali sono da aggiungere altri 30 minuti dovuti al ritardo sulla partenza da casa. Segue Creto e con la flemma che ho oggi, facendo due conti, penso proprio che arriverò a casa col buio o quasi.

Il problema è che non ho con me alcun tipo di illuminazione, non era previsto che facessi tardi. Dopo una lunga corsa in Valle Scrivia, arrivo a Novi Ligure che è tramonto inoltrato ma la luce si diffonde ancora bene e corro abbastanza tranquillo fino fuori dalla città. Poi, raggiungendo Bosco M.go, la luce è sempre meno, nel tratto di strada verso Casal Cermelli è buio pesto, soli tre km e mezzo e non finiscono più.

Poi superato il ponte sull’Orba, finalmente la strada è illuminata e sono a casa. Non me ne vogliano gli amici Genovesi, la colpa non è della città ma solo della mia imbranataggine e tutte le volte che ci capito faccio un casino. Poco per volta imparerò anch’io e allora…… SEMPREINSELLA!

www.unrandagioinbici.it utilizza i cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Utilizzando il sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la cookie policy di www.unrandagioibici.it.