Anno 2021

132
Ore
3123
Distanza
31
Attività
28575
Dislivello

immagine altimetrica

Le salite nel giro di oggi
TempoSalita 
0:23':52" La Zucca da Abazia 1
0:09':28" Brondo da Crociera 2
 logo transparentstrava
Girano, girano, girano

26/01/2021

  • Distanza 85:30 km
  • Tempo 3:38:09
  • Dislivello 615 metri

“Teste dure”

Le avversità del destino
si combattono con forza, costanza e testa dura. La forza è quella poca che mi è rimasta ma sufficiente per rompere il cambio, la Costanza è la mia bici HBM Sleek che ho usato dopo il guaio con la Colnago, la testa dura è quella del Caprocorno D.O.C.G che mi ritrovo.
85.30 + 16.53 = 101,83 Km portati a casa anche oggi

immagine 01
immagine 02
immagine 03
immagine 04
 

Che dire,
rompere due bici in due giorni non è da tutti, ma averne una terza e dopo aver chiesto il recupre in auto per la rottura del cambio, arrivare a casa, cambiare le scarpe con le tacchette da Look a Shimano e ripartire sullo stesso giro, per vedere se veramente la sfiga del km 7 sulla SP245 Oviglio-Isola d’Asti, è invincibile oppure si può sconfiggere.
Detto fatto arrivo a casa, faccio le manovre del caso e riparto sulle stessa strada dove ieri si è staccata la pedivella della Carrera e oggi si è accartocciato il cambio della Conago.

Vado,
con l’unica bici che mi è rimasta, la HBM Sleek.
Sono al km fatidico, non sono superstizioso ma un po’ di timore l’ho avuto, salgo lo strappo per Abazia e proseguo sulla strada del giro di ieri percorsa al contrario. A nizza devio leggermente dal percorso per guadagnare un po’ di tempo ed evitare la strada provinciale. Salgo verso San Marzano Oliveto ma lo evito percorrendo una bella strada secondaria dove mi fermo a fotografare le cappelle di Sant’Antonio e San Rocco, un modo per chiedere perdono, visto che probabilmente facevano parte dei santi che ho tirato giù dal Paradiso un paio d’ore fa quando ho rotto il cambio.
Proseguo per strade molto belle che di solito non faccio quasi mai, Annunziata, Castelnuovo Calcea, Belveglio, Castagnassa, salgo verso Mogliotti e prendo per Masio ma ci sono lavori in corso. Strada bloccata da ruspe e camion. Prendo la bici in spalla e vado per campi ad infangare bene le scarpe.
Da programma,
ora dovrei dirigermi verso Quattordio e poi Alessandria ma è tardi e punto dritto su Oviglio, strada già fatta all’andata. È ancora chiaro ma la luna è già alta, fa quasi freddo, filo dritto verso casa, non è successo niente. SEMPREINSELLA!

 

www.unrandagioinbici.it utilizza i cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Utilizzando il sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la cookie policy di www.unrandagioibici.it.